San Lorenzo in festa

Per Halloween il piccolo paese di San Lorenzo organizza da circa 10 anni una simpatica festa di paese per i bambini, il tutto in maniera assolutamente spontanea, dove ognuno porta qualcosa e ci mette del suo.

Ecco allora che i vicoli di questo piccolo borgo, diventano un percorso rivisitato in chiave horror, molto ben fatti e di grande effetto. Complimenti per questa bella iniziativa.

 

Ventimiglia spiagge 2013

Dalle Calandre alla rotonda del biscione, ecco le foto di una Domenica d’estate a Ventimiglia. Rispetto agli anni scorsi segnalo:

• l’innalzamento delle spiagge (circa un metro in pochi anni) che si vede chiaramente nelle foto delle docce (rubinetti sempre più bassi)

• le condizioni delle docce sono sempre più critiche; manca la più semplice pedana igienica

• lo storico scoglio della margunaïra rimasto ormai all’asciutto

• il ripascimento delle spiagge quest’anno assente o parziale

• il porto ancora in costruzione

Irresistibilità

 Non ho mai voluto gatti a casa ma dodici anni fa, conoscendo quello che sarebbe stato un ottimo compagno di vita, cambiai idea. All’epoca non sapevo che il micio, chiamatosi poi Moët, aveva fatto un corso di irresistibilità. Ed io non seppi resistergli portandomelo a casa ben felice.

Ieri purtroppo, dopo la vaccinazione annuale fatta ad Agosto e andata male, si è interrotto questa lunga amicizia.

Non ho neanche avuto il tempo di riportarmelo a casa, fra le sue cose, i suoi odori, le sue abitudini. Sono arrivato tardi dal veterinario, mannaggia, di poco ma tardi.

E la mia apparente armatura di uomo adulto e fiero si è sgretolata davanti a quella piccola palla di pelo inanimata, come si sono sgretolati i suoi piccoli globuli rossi col passare di questi giorni. Milioni di globuli rossi che hanno deciso che era tempo di chiudere questa bellissima partita.

Ed io, che ero il suo padroncino, non ho saputo fare nulla per difenderlo ed aggiustare quella che è sempre stata una macchina perfetta a quattro zampe. Per lo più irresistibile.

Ciao Moët, mi mancherai molto.

The 2nd Law: Isolated System

 

Francesi en vadrouille

I Francesi a Ventimiglia sono sempre in maggior numero.

Tanto che anche i politici francesi se ne sono accorti e, non a caso, vengono a proporre, in campagna elettorale, nuove idee in terra straniera.

Proprio oggi, in vista delle imminenti elezioni dei deputati des Francesi all’estero, per le legislative del 17 giugno 2012, ha reso visita alla comunità francofona, la signora Valerie Hoffenberg, candidata UMP per l’8° circoscrizione. Tappe previste: Cipro, Grecia, Israele, Malta, San Marino, Turchia, Città del Vaticano e, appunto l’Italia anche con Ventimiglia. Assieme a lei, il senatore Christhope-André Frassa, Alexandre Bezardin, Gianni Proto e tanti altri…

Un’occasione per conoscere altre realtà e sviluppare nuovi scenari. Ora, tutti a votare !

 

Votare con Internet in Francia

Elezioni legislative francesi 2012. Per la prima volta i Francesi all’estero voteranno via Internet.

Ho infatti ricevuto per posta e confermato via sms, una login (essendo regolarmente iscritto al consolato Francese di Torino) ed in seguito le password per votare comodamente da casa, al primo ed ad secondo turno. Tutto via web.

Senza sprechi e senza fronzoli, siamo stati 126 947 a votare (circa il 57% degli aventi diritti al voto).

Ecco il video esplicativo su queste nuove modalità che in un prossimo futuro potrebbero diventare una vera e propria rivoluzione. Si vota dal 6 al 12 giugno ore 12 di Parigi. Questi i sondaggi del primo turno.


Voter par internet – guide animé di francediplotv

Scarpunà du Rumanin – 23° edizione

Torna, dopo 10 anni, una gara podistica fra le più belle e panoramiche organizzate dal Sestiere Ciassa di Ventimiglia.

Partenza da Ventimiglia Alta, giro per Castel d’Appio, San Lorenzo, Calandri, le Ville, Porta Canarda e Via Giulia per poi di nuovo giù nella città vecchia. Come direbbe il vincitore: un vallonato leggero… ma dalla vista paradisiaca. Percorso di circa 11 Km di Passione.

Sesto assoluto ma i partecipanti, purtroppo, non erano molti. Andrea e Remo, primo e secondo ma sul loro valore non c’erano dubbi. Bravissimi tutti comunque, anche coloro che si sono fermati a mangiar ciliege…

Foto della premiazione, realizzata dal sempre performante Martinetto.

Switch-off Tv

 Addio l’analogico… siete pronti con il decoder ?

Ecco le prossime date fino al 4 Novembre. I canali che ufficialmente migrano sul digitale sono: CANALE 5, ITALIA 1, LA7, RAI-TV01, RAI-TV02, RAI-TV03 e RETEQUATTRO

Ma a seconda di dove punta la vostra antenna, rischiate di non vedere la RAI. Almeno per me è così e non devo essere il solo… (leggi articolo di Mauro Merlenghi e scopri il tuo ripetitore). Anzi, fosse solo la RAI: praticamente ho perso tutti i classici 6 canali…

Dobbiamo ri-sintonizzare i nostri apparecchi finché non sarà tornato tutto alla normalità. Speriamo.

Ci bloccano Wikipedia

In queste ore Wikipedia in lingua italiana rischia di non poter più continuare a fornire quel servizio che nel corso degli anni ti è stato utile e che adesso, come al solito, stavi cercando. La pagina che volevi leggere esiste ed è solo nascosta, ma c’è il rischio che fra poco si sia costretti a cancellarla davvero.

Il Disegno di legge – Norme in materia di intercettazioni telefoniche etc., p. 24, alla lettera a) del comma 29 recita:

«Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono.»

Negli ultimi 10 anni, Wikipedia è entrata a far parte delle abitudini di milioni di utenti della Rete in cerca di un sapere neutrale, gratuito e soprattutto libero. Una nuova e immensa enciclopedia multilingue e gratuita.

Oggi, purtroppo, i pilastri di questo progetto — neutralità, libertà e verificabilità dei suoi contenuti — rischiano di essere fortemente compromessi dal comma 29 del cosiddetto DDL intercettazioni.

Tale proposta di riforma legislativa, che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni, prevede, tra le altre cose, anche l’obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine.

Purtroppo, la valutazione della “lesività” di detti contenuti non viene rimessa a un Giudice terzo e imparziale, ma unicamente all’opinione del soggetto che si presume danneggiato.

Quindi, in base al comma 29, chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line e, molto probabilmente, anche qui su Wikipedia, potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiedere l’introduzione di una “rettifica”, volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti.

In questi anni, gli utenti di Wikipedia (ricordiamo ancora una volta che Wikipedia non ha una redazione) sono sempre stati disponibili a discutere e nel caso a correggere, ove verificato in base a fonti terze, ogni contenuto ritenuto lesivo del buon nome di chicchessia; tutto ciò senza che venissero mai meno le prerogative di neutralità e indipendenza del Progetto. Nei rarissimi casi in cui non è stato possibile trovare una soluzione, l’intera pagina è stata rimossa.

Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
Articolo 27

«Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico e ai suoi benefici.

Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.»

L’obbligo di pubblicare fra i nostri contenuti le smentite previste dal comma 29, senza poter addirittura entrare nel merito delle stesse e a prescindere da qualsiasi verifica, costituisce per Wikipedia una inaccettabile limitazione della propria libertà e indipendenza: tale limitazione snatura i principi alla base dell’Enciclopedia libera e ne paralizza la modalità orizzontale di accesso e contributo, ponendo di fatto fine alla sua esistenza come l’abbiamo conosciuta fino a oggi.

Sia ben chiaro: nessuno di noi vuole mettere in discussione le tutele poste a salvaguardia della reputazione, dell’onore e dell’immagine di ognuno. Si ricorda, tuttavia, che ogni cittadino italiano è già tutelato in tal senso dall’articolo 595 del codice penale, che punisce il reato di diffamazione.

Con questo comunicato, vogliamo mettere in guardia i lettori dai rischi che discendono dal lasciare all’arbitrio dei singoli la tutela della propria immagine e del proprio decoro invadendo la sfera di legittimi interessi altrui. In tali condizioni, gli utenti della Rete sarebbero indotti a smettere di occuparsi di determinati argomenti o personaggi, anche solo per “non avere problemi”.

Vogliamo poter continuare a mantenere un’enciclopedia libera e aperta a tutti. La nostra voce è anche la tua voce: Wikipedia è già neutrale, perché neutralizzarla?

Gli utenti di Wikipedia