Questione di cottura

Cir Food è una cooperativa emiliana di ristorazione.

Rifornisce tante strutture sul territorio nazionale ed è presente in 15 regioni. Serve 200 mila bambini e ragazzi al giorno…

Ho avuto il piacere di visitare la recente struttura di Camporosso, vicino al Centro Esse, che rifornisce le scuole da Bordighera a Ventimiglia, entroterra compreso.

Accompagnato da Luca Brambilla, responsabile dello Sviluppo e rappresentante per Liguria, ho potuto constatare come cinque abili cuoche, cucinino per creare circa 1500/1700 pasti al giorno.

Ogni pasto preparato verrà poi consegnato sul posto, mantenuto caldo (sopra i 65°c), all’interno di appositi contenitori termici, tramite appositi corrieri.

Il menù viene studiato da dietiste e nutrizioniste e presenta per le scuole, ad esempio, 20 combinazioni diverse che si svilupperanno su 4 settimane tipo e copriranno circa 4 mesi (es. di menù invernale). Dopodiché ne seguiranno altri, secondo la logica dei frutti o verdure di stagione offerte dalle Filieri corte.

Da segnalare l’uso di paste di grano duro Biologico e ottimizzate nel “tenere” la cottura che non si trovano in commercio (ma sembra che la Rummo se ne avvicini molto).

Per i casi difficili (intolleranze, diete specifiche, problemi alimentari) c’è la possibilità di avere una dieta personalizzata; per queste, ogni giorno un’apposita cuoca, prepara fino ad un massimo di 80 razioni customizzate.

In futuro, forse vedremo l’avvento della Ristorazione, anche da noi, basata sul refrigerato (legame freddo); tecnologia in voga (ed obbligatoria nelle scuole ed ospedali) in Francia ed in altri paesi europei mentre ancora oggi in Italia, è presente la ristorazione a legame differito.

Sembra infatti che il problema maggiore della Ristorazione a legame freddo sia la resa del riso e soppratutto della pasta.

Basti pensare che la stessa CIR, nelle scuole di Bordighera, rifornisca solo le materie prime per la pasta e lasci alle mense scolastiche, il compito di gestirne la cottura: per un risultato ottimale.

Affiché la pasta, sia davvero pasta …

Baracca Day

Barack Obama

è il nuovo 44 esimo Presidente degli Stati Uniti.

Un giorno importante per tutto il pianeta. Il mondo è cambiato, ora tocca a noi… dice Lui.

Nel mentre, fa tenerezza il nostro Presidente della Repubblica che oltre ad essere totalmente inutile e costoso, potrebbe essere suo padre.

Domanda: perchè non vai in stazione, a vedere passare i treni ?

A loro l’Abbronzato, a noi le Baracche; ognuno ha quello che si merita.

Ei fu Ramello

Ve lo ricordate il cartello alla frontiera bassa?

Beh, per anni lo abbiamo visto con la scritta Pellicceria Ramello, ora pasticciato, tra poco rimpiazzato.

Il Comune di Ventimiglia ne ha indetto un concorso a fine anno, per sostituire quello che ne era rimasto, con un cartello che promuovesse la città.

A breve quindi, scopriremo con una nuova veste grafica, chi ha vinto il privilegio di rappresentare Ventimiglia turisticamente.

Speriamo in qualcosa di bello… e che funzioni.

Ed io che per anni pensavo che quel ponte fosse delle Ferrovie italiane.

Touch! Generations

Piccola divagazione tecnica.

Quando ero piccolo i video-giochi erano davvero pochi. Eravamo agli inizi degl’anni 80 e chi era possessore di qualche giochino, rigorosamente Lcd monocromatico, se lo faceva durare per un pò.

Poi vennero le console con le cartucce, dove ogni cartuccia conteneva un solo gioco. Ma almeno si doveva cambiare solo quella per dare nuova vita alla curiosità.

Con l’avvento di Internet e del P2P lo scambio di dati ha avuto libero sfogo ed a poco prezzo: oggi con una linea ADSL si “tira giù” dal ciber spazio canzoni, film, programmi, giochi e quant’altro. Il tutto in poco tempo ed, il più delle volte, nella più totale illegalità.

Ora non sta a me discutere e fare il moralista.

Volevo solo far notare che chi è in possesso di una Nintendo Ds ed ha una scheda R4, ad esempio, è in grado non solo di caricarci infiniti giochi a rotazione (più di 3200 …) ma anche di visionarci foto (jpeg, gif, bmp, png, psd) ascoltarci musica (wav, mp3, aac, ogg) ed anche vederci film (previo conversione in dpg).

Non male per una console uscita nel 2004, dotata di un microprocessore RISC a 32-bit. Ecco perchè solo nel 2007 e nel mercato nord americano se ne sono vendute una ogni 5 secondi

Altro che anni 80.